Pesca Subacquea : Barracuda in Calabria

Racconto di Settembre – Un Laziale in Calabria (Lorenzo Vian)

pescasubapnea : Barracuda

Sono arrivato domenica scorsa sulla spiaggia calabrese di Formicoli / Torre Marino, vicino Tropea. Domenica appena arrivato con maschera e pinne, mi faccio un tuffo di perlustrazione per cercare di capire le zone buone… Chiedo informazioni al tipo del diving su qualche secca buona, e me ne consiglia un paio di “accessibili” a pinne a profondità non impegnative, e mi consiglia di essere già in acqua appena sorge il sole.
Così inizio i giri di perlustrazione, la domenica, appena arrivato, l’acqua è un cristallo… intravedo il lontananza grossi saraghi, e quella che mi sembra essere una grossa spigola sui 3kg. Nel pomeriggio una perturbazione alza il mare, talmente tanto che sono costretto ad uscire di corsa… sporca e l’acqua si intorbidisce… Che poi… il tipo del diving l’ha definita “torbida”… che qui significa avere 5-6m di visibilità e una leggera sospensione. Praticamente l’acqua “limpida” delle coste laziali.

Mi immego a diverse ore del giorno, in cerca di qualcosa… ma anche a visitare le secche che il tipo mi aveva detto… Solo mangianza tranquilla e saraghi sui 3 etti.
L’albata di giovedì mi salta, causa un venticello mattiniero che increspava il mare… non mi sono fidato ad entrare, e mi rinfilo nel letto.
Sabato riparto, e venerdì è l’ultimo giorno buono. Così punto la sveglia alle 6.30. Alle 6.20 sono già in piedi, tempo di mettere sotto i denti quacosa… che prendo la borsa e vado verso la spiaggia. Il cancello dell’albergo che da sulla strada è ancora chiuso… Così, (al massimo mi piglio un cazziatone dal portiere) passo la roba dall’altra parte e scavalco. Vestizione veloce, e dentro in acqua… dritto sulla secca che avevo visto giorni prima… le castagnole sono basse… al contrario delle altre volte, che sono quasi in superficie… c’è un unico ciuffo di posidonia, grande quanto un asciugamano da mare, e a valle, una piccola rientranza che da sulla sabbia.
Il Sole è appena spuntato da dietro la parete a picco sul mare… scendo… sole alle spalle… e osservo quel ciuffo di posidonia… e pochi secondi dopo…. ecco spunta il predone…. non lo stimo… non sò quanto è grande… ha la punta del fucile praticamente a 20cm dalle branchie…. prendo la mira per essere sicuro e scocco… insagolato tra la branchia… e poco dietro l’opercolo… una leggerissima sfuriata… ma tira a trazione costante… sbobbinando qualche metro di filo ogni volta che lo metto in tensione…. così se ne vanno una decina di metri di filo… ma alla fine cede stremato senza forze… il colpo l’ha accusato bene… e trasciare un’asta da 7mm non deve essere facile.
Troppo contento per questo regalo che il mare di Calabria mi ha regalato…
Mezz’oretta dopo esco… tra gli sguardi curiosi dei primi bagnanti, qualcuno ha anche voluto farsi una foto ricordo…

Un ringraziamento va ai ragazzi calabresi del FanClub di questo forum che mi hanno dato le dritte, gli in bocca al lupo, al tipo del diving che mi ha indicato il punto preciso della secca…. e a tutti gli altri.

Peso: 5,7kg netti.

pescasubapnea : Barracuda calabria

1 commento »


Lascia un commento