Pescata e racconto di Aprile 2008

Racconto di BONGI77

pescasubapnea:racconto spigola

Il bollettino meteo degli ultimi tempi non è stato così primaverile e da sempre il Sabato pomerigio e la domenica, i miei unici giorni liberi , che il tempo me ne combina una. Sabato pomerigio tornato da un giro in barca , allo scopo di perlustrare alcune zonette maltrattate nell’ultimo periodo dal Maestrale, decidiamo che i luoghi visitati possono essere prescelti per impostare una pescata, quindi domenica mattina si parte. Sabato sera tranquillo cena a casa di amici, la stessa cosa non oserei dire del mio compagno visto che non era con me ma con altri nostri amici che la domenica se si alzano lo fanno per cena, tornato a casa preparo il mio vestito per la domenica mattina. Ore 10:00 di domenica, spendida giornata, vado di fretta a casa di Nino e me lo ritrovo come temevo in preda ai profumi dell’alcol, reduce di un sabato sera non proprio salutare che gli costerà cinque padelle e un forte mal di testa durante la giornata. Si fa colazione e tranquillamente ci vestiamo ( le rapide vestizioni non fanno al nostro caso ). In barca si parlava con Nino di come ancora non era arrivata una cattura degna del forum, quindi ci scambiamo gli “imbocca al lupo” reciproci e comincia la staffetta. Nino scende io faccio circa 200 metri e lego la barchetta, mi preparo al fresco contatto con l’acqua, emozionato come al mio primo appuntamento, mi do una sistematina e via. Acqua frizzante, visibilità a tratti discreta, dopo cento metri circa alzo lo sguardo verso Nino, rimetto la testa giù e miritrovo a mezzo metro una spigola sul chilo che mi da due schiaffi con la coda ricordandomi che ho un appuntamento e sparisce. Temendo un ingiustificato ritando mi diriggo quindi verso il luogo del mio appuntamento, un posticino che mi regala sempre forti emozioni, e anche stavolta non mi ha deluso. E’ una collinetta che spezza il fondale circostante uniforme e piatto, con due cespugli di posedonia in cima, un luogo magico, romantico, ideale per incontri particolari. In prossimità comincio a rallentare e cercare di ridurre tutti quei movimenti che procurano rumori, ma il mio cuore batte ancora forte, risalgo lentamente il versante sud della collinetta e con il sole alle spalle mi posiziono in mezzo ai due cespugli mossi dalle onde. Dopo qualche minuto di attesa, ecco la mia regina, puntuale come se anche lei emozionata stese cercando qualcuno, qualcosa, affascinato dalla sua bellezza rimango ipnotizzato dai suoi movimenti dolci e tranquilli, dopo qualche secondo con il cuore in gola timidamente mi faccio avanti, Lei mi passa da destra verso sinistra a tre metri circa, un ultimo sguardo intenzo alla mia regina e …..

pescasubapnea:racconto spigola

»


Lascia un commento