Pescata e racconto di Dicembre 2008

Racconto di Marcomixx

pescasubapnea : dentice dicembre marcomix

Il maltempo associato al mare mosso non mi permettevano di andare in acqua da molto tempo. L’ultima uscita era stata il 29 di novembre nella quale avevo preso un muggine e perso un’orata a causa del nailon usurato che si era tagliato all’altezza del codolo, anche perchè ho ideato un nuovo modo di collegare le aste alla sagola che pero’ usura un po il nailon. Avevo tentato un paio di volte ad entrare in acqua in corrispondenza dei brevi miglioramenti tra una pioggia e l’altra, ma l’acqua dolce della pioggia ed i fiumi che portavano acqua fredda per le abbondanti nevicate nell’entroterra avevano reso il mare tobidissimo ma sopratutto freddo: acqua a 12 gradi e visibilità inferiore al metro e mezzo: praticamente vedevo solo la testata del novanta. Ma veniamo al dunque: sabato scorso 20 dicembre, visti i miglioramenti del tempo e del mare, decido di
provare a fare un’uscita.
Mi dirigo a Levante, come ormai faccio da tempo, perchè voglio andare a vedere se qualche orata è rimasta nel sottocosta, e visto che il mare ha riposato per un po di tempo le aspettative ci sono tutte.
Appena entrato pero’ mi rendo conto che la situazione non è cambiata molto, l’acqua è sempre torbida e fredda, ma non demordo: accendo l’acquascooter è parto per il mio spot preferito.
Appena arrivato inizio a fare qualche discesa nel bassofondo e noto che in profondità la visibilità migliora:
siamo sui due metri, due metri e mezzo il che va bene con il novanta.
Pensavo di trovare mare calmo, ma uno scirocchetto persistente schiuma nel sottocosta ed allora decido di tentare qualche agguato nella schiuma: ed è li che catturo i due saraghi che al peso saranno di 600 e 660 grammi…sono gia contento di avere scappottato!!!
Il fiato comincia ad aumentare ed allora decido che è l’ora: mi dirigo verso una franata che muore sui 16 – 17 metri sul ciottolato, dova a metà ottobra avevo sbagliato una ricciola stimata sui 20 chili a causa di un errore sulla sagola
dell’asta: avevo fatto l’asola con lo sleeves e questo sistema non funziona sui C4 perche l’asta non riesce ad uscire correttamente dalla testata, rallentando la sua corsa.
All’ennesimo aspetto sui 10,3 metri succede il fattaccio: scendo nella nebbia e quando riesco a intravedere il fondo cerco subito un masso che mi nasconda parzialmente, ma che allo stesso tempo mi permetta di vedere bene cosa
succede davanti a me.
Sono rivolto parallelo alla costa, verso levante, e mi aspetto di vedere qualche sarago in controluce, aguzzo la vista per bucare la coltre di torbido che mi permette di vedere non oltre un mezzo metro oltre la punta della taitiana,
e come faccio solitamente alla fine dell’aspetto giro la testa prima a sinistra e poi a destra ed è in questo momento che intravedo una sagoma argentea al limite della visibilità: il dentice viaggiava parallelo alla mia posizione, molto tranquillo, tanto da darmi il tempo di ruotare di 90 gradi il C4 90 armato con asta da 6,5 doppia aletta da 140 cm., prendere la mira con calma e far partire un tiro preciso che va a colpire l’animale sotto la linea laterale, vicino all’opercolo branchiale.
La reazione è stata minima e la doppia aletta ha fatto il suo lavoro egregiamente, risalgo in superficie ed in pochi minuti il pesce è nelle mie mani.
Solito urlo liberatorio per calmare l’adrenalina e realizzo che si tratta di un bellissimo esemplare, che a casa si rivelerà essere una femmina con le ovaie ormai vuote.
Il posto è ottimo, ma mai mi sarei aspettato una cattura del genere!!!

Per chi ama i numeri:
Acqua 12 gradi visibilita dai 1,5 ai 2,5 metri
Profondità di 10,3 metri ed apnea di 55 secondi (avete letto bene!!!)
Tirato all’incirca ad un metro un metro e mezzo ma non insagolato (sfilettandolo ho notato che la spina dorsale era stata toccata per circa la metà)
Arbalete monoscocca C4 90 con asta da 6,5 mm. doppia aletta per 140 cm. di lunghezza senza piombi sul naso, collegata
al mulinello con il Climax da 130 resistenza allo strappo 250 kg.
Mare mosso con corrente di scirocco moderata e tempo stabile.

pescasubapnea : dentice dicembre marcomix

»


Lascia un commento