Pescata e racconto di Novembre 2009

Orata di Novembre (Daniele Damiata)

pescasubapnea : orata di daniele dalmiata

A da quando ho iniziato la pescasub molti anni fa ad un certo livello…..che uno dei miei più grandi sogni è sempre stato quello di riuscire a catturare un’orata di tutto rispetto…….e ne ho prese un paio di 3.6 kg…ma il mio sogno era riuscire a prendere una superiore ai 5 kg non so darvi la motivazione ma è proprio un mio desiderio….
Non ho raggiunto quel peso ma un peso di tutto rispetto di cui ne vado fiero…..ma fatta questa piccola premessa iniziamo col racconto……
Tutto comincia la mattina sveglia presto, dovevo fare alcuni lavoretti in modo che mi sbrigavo presto per poi concedermi una bella pescata sperando che il mare sia un pò calato tanto da permettermi un tuffo, dato che il giorno prima mentre ero in acqua si è alzato costringendomi ad uscire…
pescasubapnea : mare in scaduta

Cmq mi metto in sella al mio motorino e vado per un giretto di ricognizione……so che dei mieie amici dovevano buttarsi, ma appena affaciato a mare so gia che loro avranno rinunciato…e cosi fu; continuo il tragitto di perlustrazione e arrivo in un punto che mi permette di immergermi anche con mare forzato…..mi fermo e guardo condizioni del mare e visibilità bassa….onda lunga molto forte faccio due calcoli…e decido di tentare li…….chiamo uno dei mieie amici per sapere se la mattina erano andati a mare, e infatti avevo ragione io avevano rinunciato….. invece di stare a parlare al cell. mi raggiunge ci fermiamo un pò a parlare ma solo un pò alla fine perdiamo due ore… decide di provarci pure lui……ci dirigiamo ognuno alle rispettive case..preparazione rapida oggi porto con me il 75……..e nel frattempo un pensiero fisso mi materializza nella mia mente “il dentice”.
Di fatti quando arriviamo al punto di pesca prima di iniziare la scarpinata rubo la battuta del maestro:” snif snif…….sento uzzo di dentice gli faccio” lui guardandomi mi dice sei un bastardo…..
Rapida vestizione e via, urtroppo causa mare il tragitto e poco e quindi decidiamo di separaci io vado a destra, inizio con agguati e aspetti al limite della schiuma, e poi un pò piu spostati…la visibilità e scarsa si vede un pò di piu nel sottocosta perchè il mare allontana il fango……ma non si vede nulla….neanche l’anima di un pesce…ma non demordo….e arrivo nel punto fatidico dove ho visto qualche bel dentice con questo mare, tutti i pensieri svaniscono…il freddo…..e tutto il resto..comincio con degli aspetti….ma niente…..mi sposto più avanti niente…fino a quando…in un aspetto sono appostato…guardo a destra niente…sinistra niente…di nuovo destra niente…giro a sinistra e vedo un occhio è lui il dentice…subito nella mia mente mille emozioni lo sapevo ripeto lo sapevo…ma lui imperterrito continua nella sua strada e non riesco a sparare perchè si allontana da me, sinceramente avrei dovuto provare un tiro tanto l’acqua è torbida……mah quando viene d’istinto meglio non farlo…..e poi sono convinto che ritornera se ne andato tranquillamente…..preparo i tuffi successivi con molta calma ma niente……ma non mollo….continuo a spostarmi verso destra sono quasi le quattro ho gli ultimi 45 minuti per uscire e cambiarmi con la luce….ogni tanto alziamo la testa io e il mi compagno cenno con la mano che tutto va bene e via a continuare…….
Ora a un certo punto non so, sarà sesto senso sarà quel che sarà….ma preparo il tuffo successivo…..e gia ho in mente il tragitto passo attraverso un canaletto in mezzo alla risacca per poi affacciarmi in una piccola balconata……e nel frattempo che sto facendo tutto questo…la mia testa in automatico inizia a dire ” appena vedi qualcosa spara, appena vedi qualcosa spara subito senza pensare”……mentre proseguo il tragitto vedo una sagoma grigia che veniva dalla parete di fronte e scende nella parete non mi vede e non mi sente grazie al mare già l’ho riconosciuta è un’orata …il cuore si ferma ora sono in bilico so che non devo perderla scompare alla mia vista da che lato spunterà destra o sinistra….a intermittenza per qualche frazione di secondo vedo la punta della coda……..allora decido di girare alla mia destra per spuntargli da la pronto ad un tiro al volo…….e cosi faccio….quando il mare fa sbattere il fucile nello scoglio…….ma ancora no la vedo….mi affaccio ed eccola va per andarsene ma ormai il tiro parte presa in pieno….dalla schiena ed esce dalla pinnette…un tiro senza storie infatti il pesce fa una piccola reazione …ma gia io sono in superficie che la sto tirando…..quando prendo l’asta noto che è grossa, ma non pensavoa rrivasse a quel peso……cmq mi confonderò un pò nel mettre fine al pesce…perchè non vuole proprio saperne di farsi infilare le mani nelle branchie…poi tra fucile fotocamera e mare mosso…..si mette pure la sagola….cmq riesco a mettere fine alle sue sofferenze…la gioa è a mille…..dopo innumerevoli volte che mi sono immerso con mare mosso finalmente sono stato premiato…..la gioia e a mille…subito vado dal mio compagno e mi da il cinque……gli racconto la cattura ed è contento per me….poi continuamo spostandoci a sinistra dove lui non era arrivato…..altro bel posticino da dentice…..ma lui non lo sapeva…e gli dico di fare un paio di aspetti li ma non arriva nulla allora decidiamo di rientrare per poterci fare due foto e poi cambiarci con la luce…….nel frattempo arriva mio fratello scende e gli faccio vedere il pesce……e siccome lui prima di andarmene mi aveva detto una cosa come per farmi demordere ma che poi si era spiegato male, gli avevo detto ok allora quando torno ti sbatto un dentice in faccia …….il dentice non fu anche se l’ho visto…ma l’orata è sempre l’orata…….al peso fa fermare la bilancia a 4.150 kg….presa in soli 4 metri d’acqua…l’orata più grossa che abbia mai preso…….sono contentissimo anche perchè questa cattura è avvenuta in un periodo in cui ero veramente un pò giù…ed è riuscita a ridarmi la carica……questo fa la pescasub per i veri appassionati……..grazie ancora al mio mare…..

pescasubapnea : orata mare

pescasubapnea : orata di daniele dalmiata

1 commento »


Lascia un commento