pesca in apnea : La Tecnica mista

La tecnica mista – Massimo De Pascalis

pescasubapnea : Spigola all'agguatoNel capitolo Emotività e Rumori Molesti abbiamo cercato di mettere a fuoco come un pesce utilizza i suoi sensi, ora invece vedremo come poter utilizzare a nostro vantaggio tali conoscenze. In sintesi, le fasi di avvicinamento generalmente sono le seguenti:

1) INDIVIDUAZIONE – il pesce sente in lontananza i rumori e si avvicina per scoprirne l’origine.
2) IDENTIFICAZIONE – ricerca quindi l’origine dei rumori per capire se Leggi…

pesca in apnea : Caccia alle grosse Spigole

Caccia alle grosse Spigole – Massimo De Pascalis

pescasubapnea : Spigola aspetto di Massimo De PascalisLa spigola o Dicentrarchus labrax è una preda estremamente ambita da chi pratica il nostro sport ed è presente in molti paesi, infatti la si può trovare nei caldi mari del Nord Africa come nelle gelide acque della Gran Bretagna. Splendidi predatori che hanno sviluppato un eccellente spirito di adattamento ai diversi ambienti come, rocciosi, sabbiosi, con alga, freddi, caldi, addirittura risalgono i fiumi ossigenandosi nelle acque dolci. Questo straordinario predatore è decisamente molto comune, facile da incontrare, ma quando il sub esperto ha come obiettivo i grossi esemplari allora è Leggi…

pescasub : Caricare un arbalete in mare

Come caricare un arbalete con sgancio arretrato – Claudio Basili

pescasubapnea : caricamento arbalete in acquaCaricare un arbalete in mare puo’ sembrare facile per chi ha già molta esperienza sulle spalle, ma in determinati casi puo’ essere molto faticoso se non impossibile. Per ovviare a questo inconveniente bisogna imparare la tecnica giusta seguendo dei passaggi all’apparenza difficili, ma in realtà non lo sono affatto.
Ho scoperto questa tecnica parlando con degli amici che collaborano con l’azienda greca Pathos, perchè ho provato a caricare un arbalete Pathos da 100 cm. ( sistema di sgancio molto arretrato e Leggi…

Pesca in Apnea : IL CORPO E LA MENTE di Gherardo Zei

La strada è finita siete dei subacquei (Gherardo Zei)

pescasubapnea : pescata settembre 2010 Gherado Zei Sulla terraferma il rapporto tra il corpo e la mente è estremamente immediato e diretto. Se giochiamo a calcio in un prato proviamo sensazioni di semplice naturalezza. Corriamo sull’erba e la nostra muscolatura ed il nostro apparato cardiovascolare operano spontaneamente tutto ciò che è necessario per correre con rapidità ed equilibrio. Desideriamo calciare il pallone e – altrettanto automaticamente e inconsapevolmente – i nostri sensi calcolano in una frazione di secondo la distanza, la dimensione, la velocità e la direzione della sfera. Su un prato in una giornata di sole il nostro corpo lavora in condizioni di perfetta Leggi…

Pescasub : Come prendere le mire in mare

Pesca Sub : Prendere le mire per ritrovare una zona (Claudio Basili)

pescasubapnea : Mare Puglia

Molto spesso mi capita di parlare con ragazzi che pescano da poco, convinti che per prendere pesce e fare bei carnieri, bisogna avere tanta apnea e scendere profondi. Cosa più che sbagliata, per essere un buon pescatore per prima cosa bisogna avere tecnica, capire le abitudini del pesce e studiare il fondale per poi applicare la tecnica giusta sul posto che stiamo battendo. Chiaramente tutto questo si ottiene man mano che peschiamo (nelle stesse zone) acquistando sempre piu’ esperienza. Quando troviamo, una zona buona, una tana abitata da pesce è molto importante ricordare i punti per poi tornarci in seguito. Questo fa parte del bagaglio tecnico che un bravo pescasub deve avere. Leggi…