Arbalete : costruire boccole per elastici al metro

pescasubapnea:boccole elastici al metroHo realizzato queste ” Boccole con Legatura ” per montare elastici al metro, non solo per avere un risparmio, ma anche per personalizzare la lunghezza dell’ elastico stesso in base alle mie esigenze. Con questo sistema è possibile accorciare gli elastici anche di pochi millimetri in maniera veloce e sicura. Voglio precisare, ci tengo in maniera particolare, che sono stato in Italia il primo a realizzare questo sistema di vincolo per gli elastici e che poi, solo dopo aver pubblicato su forum e siti questa idea, le aziende del settore hanno realizzato qualcosa di simile. Passiamo ora al materiale utilizzato e come procedere per la realizzazione:

pescasubapnea:boccole con legatura

Fig.1 Materiale

Nella figura 1 c’e’ tutto il materiale che ho utilizzato per creare le boccole

1 – Seghetto a ferro, oppure ancora meglio, minitrapano con disco da taglio
2 – Tondino inox da 4 mm.filettato lungo 30 cm. ( Castorama – Leroy Marlin)
3 – Dadi inox da 4 mm.
4 – Bulloni testa cieca o palline filettate da 4 mm. (inox o ottone)
5 – Rondelle da 10 mm. esterne con foro interno 4/5 mm. (inox o ottone)
6 – Rondelle da 10 mm. esterne con foro interno 4/5 mm. (plastica)
7 – Boccole filettate da 16 (recuperate da vecchi elastici)
8 – Tubicino termo-restringente da 5mm. (negozi componenti elettronici)
9 – Resina epossidica bicomponente (negozi di nautica o pesca sportiva)

Per prima cosa bisogna recuperare due boccole filettate da 16 mm. dagli elastici vecchi, (meglio se sono Demka o Picasso poichè sono più robuste ed ospitano meglio gli elastici da 19) e pulirle bene da tutti i residui all’interno.

Poi prendiamo il tondino filettato da 4mm. e ne tagliamo uno spezzone di 4 cm. cercando di non danneggiare la filettatura. Ora ci servono 2 dadi inox da 4 mm., 2 rondelle di ottone/inox e 1/2/3 rondelle in plastica (dipende dallo spessore bisogna arrivare a 3mm. di spessore) ed un dado cieco o pallina filettata.

pescasubapnea:boccole con legatura

Fig. 2

pescasubapnea:boccole con legatura

Fig.3

Nella figura 2 e 3 si può vedere la sequenza giusta di montaggio dei vari pezzi che abbiamo preparato.

Ora bisogna preparare la resina epossidica in parti uguali, in un piccolo recipiente (ne serve poca) per metterla all’interno della boccola e fuori per saldare/bloccare il tutto definitivamente.

pescasubapnea:boccole con legatura

Fig.4

Una volta messa la resina nei punti 1 e 2 (vedi Fig. 4) dobbiamo stringere i dadi mediante una chiave a tubo o una pinza a becco cercando di centrare il tutto (tondino) rispetto alla boccola.

Finito questo lavoro bisogna mettere la boccola in verticale ed in piano (io ho utilizzato un’altra boccola vuota passo 3) e poi successivamente mettere altra resina nella parte posteriore per sigillare il dado cercando di coprirlo. (punto 3)

Chiaramente la resina ha dei tempi di essiccatura da rispettare, (in genere 24 ore ma dipende dalla temperatura e umidità) appena il tutto è pronto, prendiamo uno spezzone di tubicino nero termo-restringente e lo inseriamo nel tondino filettato ( protegge l’ elastico dalle sbavature dell’ impanatura ) poi con un accendino scaldiamo la parte (attenzione a non bruciarlo) fino a farlo restringere e poi avvitiamo il dado cieco/pallina filettata mettendo una goccia di Attack per fermarlo definitivamente.

pescasubapnea:boccole con legatura

Fig. 5

Arrivati a questo punto, mettiamo la boccola in verticale e coliamo altra resina per coprire il secondo ed ultimo dado come si vede dalla freccia (Fig. 5)

Ora aspettiamo i tempi di essiccazzione della resina e subito dopo passiamo alle rifiniture togliendo gli angoli vivi del dado (se non abbiamo trovato la pallina) con una piccola lima o con il dremmel senza esagerare. Questa operazione serve sempre per non far rovinare all’interno l’elastico che andremo a legare.

Questa soluzione è la piu’ semplice per quanto riguarda i materiali da reperire e si puo’ cambiare qualcosa magari con qualche idea diversa.

Io ad esempio ho utilizzato un tondino di ottone non filettato ed ho creato poi in seguito l’impanatura ed ho evitato anche il tubicino termorestringente.

Al posto delle rondelle ho creato direttamente dalla plastica degli spessori pieni da 3mm. (si vede nella foto) ed ho utilizzato le palline filettate al posto dei dadi ciechi.

Quindi basta capire come l’idea poi ognuno di noi può variare la costruzione in base alla reperibilità del materiale, alla fine il risultato è sempre lo stesso.

Nelle foto successive si vedono le varie prove che ho fatto ed il lavoro finito con l’elastico montato tramite una legatura e poi la rifinitura del bordo dell’elastico.

pescasubapnea:boccole con legatura

pescasubapnea:boccole con legatura

pescasubapnea:boccole con legatura

pescasubapnea:boccole con legatura

 

Tutti i diritti sono riservati, per la pubblicazione va richiesta autorizzazione

 

Claudio Basili

 

 

7 Comments »

  • rocco ha detto:

    grande claudio…non ho parole….rispetto massimo per il tuo lavoro!!

  • Luigi0907 ha detto:

    scusa ma non potevi imboccolare direttamente l’elastico?, cosa cambia? rispetto per il tuo lavoro ma lo vedo poco funzionale.

  • admin ha detto:

    Quando ho creato queste boccole non avevo la possibilità di farmi fare la piastra filettata per poi imboccolare gli elastici.
    Ad ogni modo se sei in vacanza è sicuramente piu’ veloce e menoimpegnativo portare con se delle boccole filettate in questo modo.
    Ciao
    Claudio

  • Giuliano ha detto:

    è una grandiosa idea, avevo visto quelli della omer…. ma come al solito le cose costruite artigianalmente sono sempre più belle! 😉

  • admin ha detto:

    Grazie Giuliano 🙂

  • Giacomo ha detto:

    Alto contenuto, massimo rispetto!

  • Federico ha detto:

    Io monterei le boccole dall’esterno,più sicure e guadagni1o2cm di elastico


Lascia un commento