Pesca in apnea : Intervista a Roberto Praiola

pescasubapnea : Roberto Praiola BWARoberto per prima cosa voglio ringraziarti a nome del Forum “Pesca Sub & Apnea” per la tua disponibilità e per aver accettato l’intervista.
Ho la fortuna di conoscerti e di aver parlato molte volte con te, queste domande hanno lo scopo di far capire chi è Roberto Praiola, ottimo atleta e fortissimo pescatore subacqueo.


Passiamo subito alle domande: 

D: Per chi non ti conosce, chi è Roberto Praiola ?

R: Sono prima di tutto un appassionato di mare. Nato ad Anzio, fin da piccolo ho sempre sentito il richiamo del mare. Mi ricordo che rimanevo svariate ore in acqua come d’altronde faccio oggi.

 

D: Quando hai iniziato a pescare e poi a fare le gare ?

R: Ho iniziato all’età di 7/8 anni, poi crescendo è arrivato il primo fucile. Per quanto riguarda le gare ho fatto il primo anno di selettive nel 1983, con il CiCa sub di Roma.

 

 D: Sei tra i più forti pescatori del Lazio, come hai fatto a raggiungere questo traguardo ?

R: Ho sempre dedicato moltissimo tempo a questa attività, anche se il salto di qualità l’ho fatto con alcuni anni di professionismo quando alla fine della giornata dovevo portare comunque il carniere.

pescasubapnea : Roberto con dentici e ricciola

D: Per pescare profondo usi il piombo mobile, che consigli puoi dare e quali sono le accortezze ?

R: A dire il vero non lo consiglierei a tutti, poiché molti pensano che sia il mezzo per scendere di più. In realtà si tratta di un attrezzo che serve per la sicurezza di un subacqueo esperto che già pesca in profondità. Chi comunque volesse adoperare questo sistema sappia che occorre una grande conoscenza del proprio fisico e dei propri limiti.

 

D: Come si prepara per un tuffo impegnativo e come lo esegui? Hai problemi a spezzare il fiato ?

R: Non mai avuto problemi nei primi tuffi, anzi le puntate più fonde le effettuo nella prima ora di pesca. Per quanto riguarda la preparazione mi rilasso a tal punto che sarebbe facile sfilarmi il fucile di mano senza che me ne accorgessi…

 

D: Che valore ha l’attrezzatura in rapporto alle capacità del pescasub ?

R: L’attrezzatura chiaramente ha il suo ruolo, ma se non si hanno le capacità difficilmente arriveranno grandi risultati. Di contro in due subacquei del medesimo livello la differenza la farà l’attrezzatura.

pescasubapnea : Paolo e Roberto 2

D: Che tipo di pesca preferisci e qual’e’ il fucile che utilizzi di più?

R: Effettuo tutti i tipi di pesca anche se quella che mi da più soddisfazione è l’aspetto profondo ai dentici. Il fucile che adopero di più è il 110 in carbonio doppio elastico, micidiale per questi pesci.

 

D: Che tipo di modifiche apporti ai tuoi fucili e se anche te sei condizionato da tutte le varie novità del mercato (mambizzazione, tovarich, elastici super potenti ecc. ecc.) ?

R: Faccio pochissime modifiche ai miei fucili, in particolare cerco di scegliere la misura giusta delle gomme, perché non sempre quelle in vendita sono appropriate ai fucili.

 

D: Visto che peschi da paura sia profondo che in 10/15 mt. (quote umane), volevo sapere quanto conta per te la profondità e quali fattori, oltre al termo-clino, portano a scegliere una zona più o meno profonda ?

R: Il motivo di andare più fondo è stato solamente quello della ricerca della preda di maggior mole. Ma molto spesso a causa delle correnti fredde che si trovano in profondità mi reco sul basso fondo dove ho migliori risultati.

 

D: Cosa consideri a livello meteo per uscire a pesca (vento, corrente, marea ecc. ecc.) ?

R: Dal di fuori la prima cosa che considero è il vento. Poi una volta in acqua guardo se la corrente va di pari passo. Per quanto riguarda la marea, ho notato che con quella alta si hanno i migliori risultati, almeno all’aspetto.

pescasubapnea : Roberto Praiola dentice

D: Quali sono secondo le tue esperienze le condizioni meteo più idonee per l’incontro della spigola ?

R: Ci vuole la stagione molto fredda, perché questo pesce si riproduce quando la temperatura dell’acqua scende sotto i 14 gradi. In inverno dopo i forti venti di tramontana la presenza della spigola è maggiore. Lo scorso inverno ha avuto queste caratteristiche e infatti ho preso diverse belle spigole.

 

D: Con quale frequenza mensile e per quante ore al giorno in media peschi ?

R: Esco sempre quando il tempo lo permette, diciamo che in estate pesco in media 4 giorni la settimana, da un minimo di 4 alle 7 ore giornaliere.

 

D: Quando non puoi pescare fai un allenamento specifico in piscina e segui delle tabelle di allenamento ?

R: Non vado in piscina, in genere faccio corsa e palestra, ma il mare è sicuramente il miglior allenamento, un’altra cosa…

 

D: Qual’e’ stata la cattura più importante e come è avvenuta ?

R: Una ricciola di 38 kg catturata all’aspetto in mezzo ad un branco di pesci anche molto più grandi, ma ero ad una profondità tale da non consentirmi scelta.

pescasubapnea : gara pesca in apnea

D: Sappiamo che dalle tue parti c’e’ una grande presenza di pesci serra, come ti comporti con questi pinnuti e qual’e’ il tuo record ?

R: Soprattutto nei mesi di settembre ed ottobre ne vedo parecchi , anche se devo dire che di certo non è un pesce entusiasmante per la qualità delle sue carni. Non trovo sia difficile catturarlo per via della sua indole aggressiva e poco paurosa. Ne ho presi fino ai 10 kg, ma una volta ho perso un pesce gigantesco per la sua reazione esagerata.

 

D: Parlaci del tuo pesce preferito e con quale tecnica riesci ad avere la meglio ?

R: Sicuramente il dentice, dalle mie parti li prendi solo all’aspetto e raramente in caduta, ma se vuoi i migliori risultati ti alzi all’alba oppure ci vai al tramonto e li trovi nei posti più bassi e scontati.

 

D: Anche se non frequenti forum ed il web, cosa pensi di queste comunità virtuali ?

R: Non ho molta dimestichezza con questi mezzi, però rimango impressionato da quanta gente visiti ogni giorno il web, forse quando rallenterò la mia attività marina entrerò a far parte di questo mondo se non altro per passatempo.
Auguri e a presto

pescasubapnea : Roberto Praiola con cernia

Tutti i diritti sono riservati, per la pubblicazione va richiesta autorizzazione

 

Claudio Basili

2 commenti »


Lascia un commento