pescasub apnea : Intervista a Manolis Giankos

Intervista a Manolis Giankos – (Claudio Basili)

pescasubapnea : Manolis GiankosManolis è un ragazzo che ho conosciuto lo scorso anno nel web su FaceBook e l’ho seguito in maniera particolare perché mi ha colpito la sua bravura. Ha iniziato come apneista puro con ottimi risultati, poi successivamente è passato alle gare come atleta “Pathos” con risultati fantastici vincendo il campionato euro africano 2013.
Il Curriculum di questo ragazzo è veramente interessante e di tutto rispetto, preferisco che lo racconti lui in questa intervista.
Come mia consuetudine, ringrazio Manolis per aver accettato e per aver condiviso con tutti le sue foto.
.

D: Per chi non ti conoscono, chi è Manolis Giankos?

R: Non mi piace molto che sia io a parlare dei miei risultati passati pero’ dal momento che molti ancora non mi conoscono, e lo scopo di questa intervista è anche farmi conoscere da pescatori e apneisti italiani, oserei dire che ho un passato abbastanza lungo nelle competizioni di Apnea e Pesca.
Nel periodo che va dal 1999 al 2010 ho fissato piu’ di 30 record nazionali di apnea tra piscina e mare.
Dal 2009 ho iniziato le gare di pesca in apnea, vincendo 3 volte il campionato Greco e due volte secondo; un sesto posto all’euroafricano del 2012, nono posto al mondiale del 2012 e ho vinto l’euroafricano del 2013.

D: Quando hai iniziato a pescare in apnea?

R: Ho iniziato all’età di 10 anni, mia madre mi fece come regalo per i miei buoni risultati nelle lezioni di Inglese maschera e pinne, a 12 durante l’estate facendo dei piccoli lavoretti estivi sono riuscito a comprare la prima muta.

pescasubapnea : Manolis Giankos attrezzatura Pathos

D: Quando hai iniziato a fare gare?

R: sfortunatamente ho iniziato troppo tardi; ho fatto un paio di gare quando avevo 18 anni a carattere locale e un campionato a squadre.
Poi mi sono dedicato ai record e alle gare di apnea, lasciando dietro la pesca e dal 2009 ho cominciato a competere seriamente nella disciplina che amo di piu’ che è la pesca in apnea!

D: Come si prepara per un tuffo impegnativo e come lo esegui?

R: Per un record di apnea le cose sono un po’ troppo complesse da spiegare in poche righe di una intervista; generalmente faccio nei mesi precedenti molta attività fisica aerobica, nuoto e corsa. Durante un tuffo profondo cerco di essere molto concentrato nel mio corpo, e sentire le sensazioni; se mi accorgo che c’è qualcosa di strano, mi fermo e riprovo.

D: Hai qualche consiglio per chi inizia questo sport?

R: Il mio consiglio è di frequentare per prima cosa, un buon corso di apnea. Facendo l’istruttore di apnea, ho visto tanta gente immergersi e praticare la pescasub e posso dire di certo che non c’è niente di meglio della conoscenza di ciò che si va a fare. Questa è una strada/percorso che necessita pazienza e fatica e non è semplice; se uno vuole raggiungere un qualsiasi obiettivo nella vita, deve indubbiamente sacrificarsi.

D: Che valore ha l’attrezzatura in rapporto alle capacità del pescasub?

R: L’attrezzatura per noi è come la spada per il samurai.
Io credo che debba essere la migliore in ogni caso; pensate soltanto per un momento… tutta la fatica fatta, il freddo, l’allenamento, l’esperienza per avvicinarsi ad un pesce puo’ essere resa vana da un attrezzo poco efficiente. L’attrezzatura deve essere semplice e funzionale, affidabile ogni volta sia per le battute di pesca classiche e di sicuro nelle competizioni.

pescasubapnea : Manolis Giankos Pathos

D: Dai importanza alle attrezzature mimetiche?

R: Credo che il mimetico a volte puo’ aiutare a volte no. E’ una questione molto difficile da provare, sarebbe bello che alcuni scienziati facessero uno studio su questo. Io ho letto tanto su come vedono i pesci, ogni specie in modo differente, ma non credo di poter dire nulla di accertato, anche perchè sono in questione molti parametri.

D: Che tipo di pesca preferisci (tecnica) e quale fucile utilizzi di più?

R: Mi piacciono tutti i tipi di pesca e quindi utilizzo tutte le misure di fucili.
Le tecniche che preferisco sono quelle in cui è necessario capire bene l’ambiente che ci circonda e il modo in cui esso funziona. Comunque i fucili che uso di piu’ sono un Pathos open da 90 cm e un Pathos open da 70, mentre per i tiri piu’ lunghi, alterno un Laser open carbon 120 o un fucile autocostruito in legno da 120 cm.

D: Che tipo di modifiche apporti ai tuoi fucili?

R: Generalmente parlando modifico le mie armi il meno possibile, al massimo cambio il diametro dell’asta e lunghezza degli elastici in base a che tipo di pesce vado a cercare. Io penso che se i fucili sono validi non hanno bisogno di cambiamenti piu’ seri.

D: Cosa consideri a livello meteo per uscire a pesca (vento, corrente, marea ecc. ecc.)?

R: Nel mondo di oggi ,il pescatore subacqueo non ha il lusso di basarsi su questi parametri per andare a pesca, in quanto il tempo a disposizione è sempre poco.
In quei periodi pero’ che posso permettermi questo lusso, e basarmi sulle condizioni da te descritte sopra, io credo sia importante il periodo dell’anno, la temperatura dell’acqua, l’eventuale presenza del termoclino, la direzione del sole rispetto alla mia direzione. Molte volte pero’ è piu’ importante l’intuizione del pescatore che tutti questi fattori.

pescasubapnea : Manolis Giankos gara pescasubapnea : Manolis Giankos gara

D: La pesca sotto il termoclino conviene farla solo in tana oppure ci sono condizioni particolari che la rendono consigliabile anche per l’aspetto?

R: Il termoclino è un importante parametro per la scelta del tipo di pesca, ma non è l’unico. A volte, anche se in casi sporadici, è opportuno cacciare sotto il termoclino all’aspetto scendendo profondo. Il termoclino a volte ci aiuta ad avere occasioni per prendere bellissimi pesci in poca acqua, appena sopra di esso.

D: Quando non puoi pescare fai un allenamento specifico?

R: Mi piace molto fare sport, dipende un po’ dal periodo dell’anno e dalle condizioni atmosferiche, ma frequentemente faccio corsa, nuoto e bicicletta.

D: Qual’e’ stata la cattura più importante e come è avvenuta?

R: Ho preso molti pesci belli e di tante specie differenti, ognuno di essi è molto importante per me perchè mi ha permesso di migliorarmi.
Tutti i pesci che il pescatore subacqueo prende sono importanti perchè presi nel modo piu’ onorevole e ecocompatibile che esiste…la pesca in apnea.

D: Parlaci del tuo pesce preferito e con quale tecnica riesci ad avere la meglio?

R: Mi piace molto la spigola per il suo sapore in tavola, e mi piace cacciarla durante l’inverno in tardo pomeriggio. Mi piace pescare anche il sarago per la difficoltà di cattura in poca acqua, di solito all’agguato.

pescasubapnea : Manolis Giankos Pathos pescasubapnea : Manolis Giankos

D: Potendo scegliere un luogo, dove ti piacerebbe pescare nei prossimi anni?

R: Ho pescato in Oceano Atlanitco, Pacifico, Indiano, in Mar Baltico, in molti posti in Mediterraneo. Ognuno di questi ha le sue difficoltà e bellezze.
Se dovessi scegliere per le prossime avventure direi l’Australia o Sud Africa.

D: Collabori con la Pathos testando prodotti sempre nuovi, puoi anticiparci qualcosa?

R: La Pathos è un azienda creata da Pescatori subacquei per i pescatori subacquei.
E’ molto bello collaborare sullo studio di nuove idee, prodotti con gente che ha la tua stessa passione o ancora di piu’. Ci sono alcuni prodotti in fase di design, altri sono prototipi e altri sono in fase di produzione.
Per esempio presto sara’ nel mercato una line di borse tecniche porta attrezzatura, una nuova pinna in carbonio in cui ho collaborato in prima persona e un fucile totalmente nuovo.

D: Anche se frequenti poco forum ed il web, cosa pensi di queste comunità virtuali?

R: Io penso che internet mette a disposizione una grossa opportunità di comunicazione e quindi di crescita, sta a noi sfruttarla nella maniera giusta.
Non mi piace quando invece le persone si nascondono dietro nicname e scrivono cose non vere o poco chiare.

Ho chiesto a Manolis Giankos tutto il suo curriculum e quando l’ho letto sono rimasto senza fiato!

Athletic background

Spearfishing

  • 2013 – 1st place EuroAfrican championship ( Helsinki – Finland )
  • 2013 – 1st place National championship (Saranti – Voiotia)
  • 2013 – 3rd place three nations cup (Mallorca – Spain )
  • 2012 – 1st place National championship (Volos-Thessaly)
  • 2012 – 9th place World championship ( Vigo – Spain )
  • 2011 – 2nd place National championship (Tiros – Arcadia )
  • 2011 – 6th place EuroAfrican championship ( Peniche – Portugal )
  • 2010 – 1st place National championship (Methana – Peloponnese )
  • 2009 – 2nd place National championship ( Kalamata – Peloponnese )
  • 1997 – 5nd place National championship ( Paliouri – Chalkidiki )

Free Diving

constant weight

  • 100m– 2008 WC Egypt (2nd place NR)
  • 86m — 2008 National championship aida (1st place –NR)
  • 85 mt — 2006 National championship aida (1st place –NR)
  • 81 mt — 2001 World Championship Ibiza ( 1st place combined ranking -NR)
  • 68 mt — 2001 record attempt Sony Hellas – fdi 11-9-2001(NR)
  • 66 mt — 2000 World Cup-Nice France (2nd place -NR)
  • 58 mt — 2000 National championship (1st place –NR)
  • 55 mt — 1999 record attempt Cressisub Hellas 11-9-2001(NR)
  • 48 mt — 1999 World Championship aida Egypt (NR)
  • 46 mt — 1999 National championship (1st place –NR)

constant weight no fins

  • 60 mt — 2009 National championship aida (1st place –NR)
  • 58 mt — 2008 Mediterranean free diving meeting (NR)

Free immersion

  • 86 mt — 2009 National championship aida (1st place –NR)
  • 85 mt — 2008 Mediterranean free diving meeting (NR)

Static apnea

  • 6 min 58 sec 2009 National championship aida (2nd place)
  • 6 min 28 sec 2002 National championship aida (1st place –NR)
  • 6 min 11 sec 2001 2001 World Championship Ibiza ( 1st place combined ranking -NR)
  • 5 min 50 sec 2001 National championship aida (1st place –NR)
  • 5 min 40 sec 2000 World Cup-Nice France (NR)
  • 5 min 35 sec 2000 National championship aida (1st place –NR)
  • 5 min 25 sec 2000 International championship-Bari Italia ( NR)
  • 5 min 18 sec 1999 World Championship aida Egypt (NR)

Dynamic apnea

  • 203 mt — 2008 WC Egypt (2nd place NR)
  • 188 mt — 2008 record attempt aida Hellas (NR)
  • 180 mt — 2008 National championship aida (1st place -NR)
  • 150 mt — 2003 National championship aida (1st place -NR)
  • 131 mt — 2002 National championship aida (1st place -NR)
  • 125 mt — 2001 National championship aida (1st place -NR)
  • 121 mt — 2000 National championship aida (1st place -NR)
  • 111 mt — 2000 International championship-Bari Italia ( NR)
  • 105 mt — 1999 National championship (1st place -NR)

Swimming

  • Member of swimming team of University of Thessaly 2007 – 2011
  • Member of swimming team of ΑΤΕΙ of Athens 1998 -2003
  • Member of competition swimming team of OEANAB (Volos city club)1988-2008 with a lot of good places in local and national level .
  • Basic member of water polo team of OEANAB ( Volos city club )1995-2002 (2nd national category)

pesca sub 600x100

La proprietà del materiale pubblicato nel FORUM pescasubapnea.forumfree.it, salvo diversa indicazione, è dei rispettivi autori. E’ vietata la ripubblicazione, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato nel sito pescasubapnea.com senza preventiva autorizzazione scritta.”

Claudio Basili

»


Lascia un commento