Pesca sub : Arbalete Arbaconte II 80 Contesub

Recensione arbalete in legno Arbaconte II 80 – Contesub (Claudio Basili)

pescasubapnea : Arbaconte II 80 ContesubFinalmente mi è arrivato il tanto atteso arbalete della CONTESUB: si tratta di un Arbaconte II da 80 doppio elastico. Il primo impatto chiaramente è quello visivo: sono rimasto colpito dalla bellezza del fucile, il legno rifinito a questi livelli è qualcosa di veramente unico e affascinante.
Non so proprio da dove cominciare perchè c’è davvero tanto da dire su questo arbalete che in verità non è sconosciuto ai pescasub amanti del legno artigianale.
Cominciamo dai materiali: le essenze utilizzate sono quelle più indicate per l’utilizzo in ambito marino e sono principalmente il Mogano Sapelli, l’Iroko e l’Okumè.

pescasubapnea : Arbaconte II 80 doppio elastico

Arbaconte II 80 doppio elastico

pescasubapnea : Arbaconte II 80 doppio elastico particolare pescasubapnea : Arbaconte II 80 doppio elastico impugnatura

Particolare impugnatura e fusto

La ditta ci tiene a sottolineare che non solo la tipologia di essenze, ma anche e soprattutto una elevata qualità del legno è indispensabile per ottenere un fucile con elevate prestazioni e dalla durata pressocchè eterna.
La struttura è del tipo lamellare multiessenza: listelli di dimensioni ed essenze diverse vengono sapientemente accoppiati per ottenere un fusto rigidissimo, con caratteristiche meccaniche eccezionali.
Il manico: la linea è molto semplice, si impugna saldamente e il feeling è immediato: questo aspetto è molto importante in un fucile artigianale che è orientato ad una ampia varietà di utilizzatori con esigenze e gusti molto diversi.. questo manico dovrebbe finalmente “mettere tutti d’accordo”.
Il manico è innestato al fusto attraverso un incastro che trasmette un senso di estrema robustezza; inoltre è molto apprezzabile anche esteticamente in quanto si vedono questi giochi di legno di diverse essenze e colori che si sovrappongono.
Il fusto è caratterizzato da forme sinuose che lasciano immaginare un brandeggio fluido, sia orizzontalmente che verticalmente; le fresature laterali consento agli elastici di incassarsi per bene nella sagoma del fucile, per evitare fastidiose vibrazioni e agevolare il brandeggio in tutte le direzioni.

pescasubapnea : Arbaconte II 80 doppio elastico scarico

Arbaconte II 80 scarico

pescasubapnea : Arbaconte II 80 doppio elastico carico

Arbaconte II 80 carico

La testata presenta due fori disposti in maniera sfalsata sul piano verticale; inoltre la larghezza dei due fori è diversa: questi due accorgimenti sono necessari per limitare l’interazione tra i due circolari e massimizzare l’energia trasmessa all’asta.

pescasubapnea : Arbaconte II 80 particolare testata pescasubapnea : Arbaconte II 80 particolare testata l

Particolare della testata Arbaconte II 80

A proposito di asta: il guida asta integrale ha una sezione a trapezio; questa forma consente all’asta di poggiare sul fusto solo su due punti e non di adagiarsi dentro come succede con le guide a sezione tonda. In questo modo l’attrito in fase di sparo è ridotto al minimo, con la sicurezza che l’asta viene indirizzata perfettamente dritta e senza possibilità di serpeggiare (a tutto vantaggio della precisione di tiro).
Una trovata che secondo me ha molta importanza per l’utilizzatore è il sistema ad assetto variabile; negli ultimi anni si è molto discusso dell’assetto dei fucili, perchè un assetto sbagliato comporta affaticamenti al braccio, difficoltà nel manovrare il fucile e quasi sempre poca precisione nei tiri. Ecco, la soluzione proposta negli Arbaconte risolve questa problematica: è sufficiente agire sui due vani zavorra per regolare l’assetto secondo le proprie necessità! Non solo, questo sistema comporta anche un’altro importante vantaggio: se l’utilizzatore volesse cambiare asta, magari montandone una più pesante, potrà scaricare parzialmente le zavorre e ritrovare il giusto assetto.
I vani zavorra sono integrati nella superficie inferiore del fusto: uno in prossimità della testata,a vista, mentre l’altro si trova nascosto sotto il telaio del mulinello; le zavorre sono delle semplici piastrine sagomate in acciaio inox, di spessori diversi: le diverse combinazioni possibili consentono di trovare l’assetto che meglio soddisfa le nostre esigenze.

pescasubapnea : Arbaconte II 80 mulinello pescasubapnea : Arbaconte II 80 piombatura

Particolare scassi per piombatura

Il meccanismo Shot è un’altro punto forte di questo arbalete; la prima cosa che mi ha colpito è il sistema di montaggio che non presenta le classiche spine passanti, bensì è vincolato verticalmente tramite tre viti metriche accoppiate a tre inserti filettati annegati nel fusto. Questa trovata porta il vantaggio di poter smontare velocemente e facilmente il meccanismo per l’eventuale manutenzione; ma il vantaggio più importante è forse un’altro: se decidiamo di cambiare tipo di asta, che quasi sicuramente avrà un codolo di spessore diverso (seppur di poco), sarà sufficiente sostituire i tre spessori in plastica e in un attimo il meccanismo si adatta alla nuova asta! E’ una soluzione, a dire della Contesub, che ha catturato subito l’interesse dei tanti pescasub “arbageppetti” che con questo sistema hanno di fatto eliminato del tutto le difficoltà del montaggio della scatola di scatto.

pescasubapnea : Arbaconte II 80 particolare sistema di sgancio

pescasubapnea : Arbaconte II 80 particolare sistema di sgancio aperto

Sistema di sgancio Arbaconte II 80

Vicino la scatola trova posto lo sganciasagola Ninja, di tipo automatico, caratterizzato da una curiosa forma a tre punte: quando l’asta viene inserita nel meccanismo, lo sganciasagola si autoposiziona e si blocca, a differenza della classica unghia che invece va posizionata manualmente… semplice ma molto efficace!
Vediamo ora l’allestimento: molto interessante è il mulinello, il GS 80, che qui è in versione con elsa integrata (esiste anche un modello universale, adattabile a qualsiasi arbalete o pneumatico), si può smontare dal fusto in maniera rapida, senza bisogno di smontare la bobina, agendo sulle due viti a brugola per accedere al vano zavorra. Il telaio è in Inox, mentre le parti in polimero sono realizzate in Derlin e ciascun componente è tornito dal pieno per ottenere una estrema robustezza; presenta 3 rullini antiparrucca, due dei quali fungono anche da guidafilo; la frizione in Teflon è di tipo autosbloccante (la bobina si libera al primo strattone) e il pomello è molto comodo grazie alle generose dimensioni. Nell’esemplare in prova è caricato con circa 50 mt di sagola Poly nera da 1,3 mm (la ditta propone una grande varietà di sagole e monofili… ce n’è davvero per tutti i gusti!).
La propulsione è affidata ad una collaudata coppia di Premium 16, un elastico di importazione americana realizzato in coestruso nero/ambra; con un fattore del 350% si stirano senza grosse difficoltà e rilasciano l’energia in modo progressivo, quindi sono particolarmente adatti per tiri lunghi e precisi.
Le aste montate di serie su tutti gli arbalete della Contesub sono le Evolution della Sigal, che non hanno certo bisogno di presentazioni; in questo caso si tratta di una 6,5 mm lunga 115 cm con singola aletta rovesciata, ma il cliente ha la possibilità di scegliere, in fase di ordine, un’asta diversa da quella proposta di serie (ad esempio una 7 o le nuove 6,75).
Mi è piaciuto molto anche il terminale Velox, venduto anche separatamente, realizzato con un sottile monofilo Asso Tripla Forza da 1 mm (per un tiro davvero fulminante); l’asola è rinforzata con una calza in materiale vinilico che, isolando il monofilo dal foro dell’asta, lo rende molto più longevo.

pescasubapnea : Partcilare montatura asta

Particolra montatura asta

Per quanto riguarda la videoripresa, la ditta commercializza una staffa inox dedicata agli arbalete che montano il meccanismo Shot; sulla staffa può essere montata qualsiasi fotocamera – videocamera: in questo caso vi mostro il montaggio di una Midland XTC 200 (per scongiurare la perdita della videocamera, è stato inserito un semplice cappiolo di sagola che passa nella leva di chiusura e la vincola alla staffa). Nota: la Contesub fa sapere che i clienti che acquistano un Arbaconte e una videocamera Midland riceveranno in omaggio la staffa in oggetto.

pescasubapnea : Arbaconte II 80 staffa cam pescasubapnea : Midland XTC 200 staffa arbaconte II

Staffa per XTC 200 su Arbaconte II

Concludo con i costi: personalmente ritengo che questi Arbaconte II (ma in generale anche i modelli mono e triplo elastico) siano caratterizzati da un rapporto qualità/prezzo davvero eccezionale; bisogna pensare che si sta parlando di un “Legno d’autore”, un prodotto unico, che implementa tante soluzioni orientate alla estrema personalizzazione… daltronde si sa, il fucile è lo strumento che noi tutti modifichiamo di più, quindi quale migliore occasione di un fucile che si presta perfettamente a questo scopo?

Per gli interessati ai video, potete trovarne diversi su Youtube cercando per “Arbaconte”.

Oltre a visitare il sito (che offre una grande varietà di prodotti) è possibile avere informazioni inviando una mail all’indirizzo info@contesub.it oppure chiamando lo 3802057567

Ci tengo a precisare che le impressioni ricavate da questa recensione sono strettamente personali e possono essere anche non condivisibili, il mio scopo è quello di condividere con tutti le mie impressioni sul prodotto.

La proprietà del materiale pubblicato nel FORUM pescasubapnea.forumfree.it, salvo diversa indicazione, è dei rispettivi autori. E’ vietata la ripubblicazione, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato nel sito pescasubapnea.com senza preventiva autorizzazione scritta.”

Claudio Basili

5 Comments »

  • Monoscocca 75 ha detto:

    Complimenti, ben fatta e molto dettagliata…… ho il 90 doppia gomma e devo dire che non potevi descriverlo meglio

  • Dentex71 ha detto:

    Bravo Claudio, recensione molt esaustiva.
    Sembra davvero un gran bel fucile, di quelli “poco fumo e tanto arrosto”…
    sono fortemente tentato dal 110 (per la prossima stagione ormai), magari ne metto uno sotto l’albero di quest’anno…

  • lello kr 66 ha detto:

    Complimenti per la recensione Claudio,ho avuto già modo di provare un arbaconte,la mano e sempre la stessa, ottimi i materiali e le rifiniture,per certi versi migliorato in alcuni punti,dire che è un bel fucile è poco.Buonaserata Lello

  • alessandro ha detto:

    Ciao Claudio,non mi dilunghero in complimenti dato che ormai sei un professinista ed i complimenti si fanno agli hobbysti,piuttosto spero che effettuerai una prova in mare per vedere come reagisce durante il tiro.
    Ciao

  • admin ha detto:

    E’ in programma una prova in mare con videocamera, non ti so dire con precisione quando.
    Ciao e grazie per i complimenti 🙂


Lascia un commento