pesca in apnea : Pinne in carbonio Mach2 Fortress

Pinne in carbonio MACH2 – FORTRESS – Claudio Basili

pescasubapnea : Pinne Contesub Match2 FORTRESSDurante una breve vacanza prima di Natale a Lecce, ho colto l’occasione per andare a salutare il mio amico Salvatore Conte, titolare della CONTE SUB, per poi visitare il nuovo ufficio a Surbo (LE).
Salvo mi fa vedere alcune novità che sta progettando ed alcuni nuovi prodotti che metterà in commercio, tra cui le pinne in carbonio MACH2 della FORTRESS. Dopo uno scambio di opinioni sul prodotto, Salvo mi chiede se voglio provarle perché desidera una mia impressione vista, la mia consolidata esperienza. La cosa mi lusinga molto perché non fa che confermare il lavoro certosino che svolgo nei test delle attrezzature.

Per la prova mi consegna anche una coppia scarpette Mares Razor dicendomi che hanno una gomma morbida che si adatta bene all’angolazione delle pale.

pescasubapnea : Pinne MACH2 FORTRESS mare  pescasubapnea : Pinne MACH2 FORTRESS mare v

Pinne Macth2 FORTRESS Conte Sub

Le nuove pale in carbonio MACH2, prodotte da FORTRESS e commercializzate anche da CONTESUB, sono ispirate alle più performanti pale da apnea e pesca subacquea attualmente sul mercato e sviluppate col contributo di agonisti di fama internazionale, ne rappresentano una evoluzione in termini di materiali, leggerezza e prestazioni, grazie all’utilizzo di carbonio preimpregnato di alta qualità coadiuvato da una progettazione e lavorazione che non ha lasciato nulla al caso.
La lavorazione del prepreg è fatta in autoclave ad alta temperatura e vengono sovrapposti progressivamente diversi strati per conferire la giusta durezza e resa alla pala nel punto desiderato.
I nuovi water rails sono estrusi su specifica richiesta della FORTRESS; la mescola è della durezza giusta (ne troppo dura ne troppo morbida), quindi non irrigidiscono la pala, ma influiscono molto positivamente sul controllo della pinneggiata.

pescasubapnea : Pinne MACH2 water rails

Particolare Water Rails

Pesi e Misure

* Lunghezza totale pala: 87 cm pala

* Lunghezza alla piega: 76 cm

* Lunghezza totale con scarpetta Mares Razor 42/44: 103 cm

* Larghezza massima: 20.8 mm

* Angolo inclinazione: 31°

* Peso netto: 260 gr

* Peso Pinna con scarpetta Mares Razor: 1.060 gr

Esistono varie durezze tra cui anche un modello supersoft.
Fortress ha realizzato inoltre una versione di pale in carbonio per la pesca nel blu, dove i due strati superficiali (sopra e sotto) sono in alutex; l’idea è di attrarre i grossi pelagici in virtu’ delle losanghe riflettenti.

Prova in Mare

Non avevo mai visto queste pinne, se non dopo la consegna da parte di Salvatore, pero’ all’estero le utilizzano in molti e lo scopo è proprio quello di farle conoscere anche nel nostro paese.
Le pale MACH2 che ho provato, hanno una durezza del carbonio media, mentre le scarpette sono quelle della Mares Razor (43-44).
Ho subito notato durante il montaggio, che i longheroni della scarpetta, si adattano perfettamente alla pala nonostante l’angolo di 31°; questo perché hanno una mescola morbida che non influisce sul rendimento finale.
Rispetto ad altre scarpette sono un po’ pesanti fuori dall’acqua, ma in pesca sono molto comode e aderenti al piede durante la pinneggiata.
I test sono stati fatti nel periodo invernale, quindi per motivi di tempo e mare, le mie pescate sono state realizzate in media e bassa profondità, dove ho potuto apprezzarle maggiormente in superficie.
Sono riuscito a pescare per molte ore con forte corrente e non ho riscontrato affaticamenti alla gamba o dolori articolari nonostante il poco allenamento.
Di sicuro la lunghezza maggiore e l’angolo di 31° d’inclinazione, fa la differenza rispetto ai classici modelli e devo dire con molta certezza che hanno una marcia in piu’ nel mare mosso con corrente sostenuta.
Lo stacco dal fondo, sono arrivato massimo a 12 mt, è molto buono calcolando che l’equipaggiamento era pesante, adeguato per il freddo inverno, con muta da 8 mm. e 14 kg di zavorra.
Non mi sono messo a fare misure o controlli particolari su queste pinne, ho cercato soltanto di concentrarmi nella pratica in mare che è la cosa a mio avviso piu’ importante, anche rispetto alla piscina.
Personalmente sono molto soddisfatto del prodotto davvero ottimo, ma solo il tempo potrà dire se sono resistenti.

Per avere altre informazioni sulle pinne, ho voluto sentire un amico sardo (Giacomo Cubeddu) che le sta utilizzando da qualche tempo e di seguito riporto le sue impressioni.

“Per quanto riguarda le MACH2, la prima cosa che ho notato è il peso complessivo della pinna completa, nonostante il peso della scarpetta sono leggerissime. Una volta in acqua le pinne, grazie alla loro lunghezza e alla particolare inclinazione, permettono uno spostamento rapido ed energico. Il particolare che tutti hanno notato (soprattutto i miei amici e compagni di pesca che hanno avuto modo di provarle) è la spinta che riescono a dare nonostante siano un modello soft.
È una pinna che per come si è presentata è consigliata per ogni batimetrica e per ogni tipo di pesca, dall’agguato in bassofondo alla pesca in tana profonda.
Lo stacco dal fondo è veloce e sicuro, bastano dei leggeri movimenti con la caviglia e senza uno sforzo particolare si arriva in superficie.
Sono pinne a mio avviso molto buone e sicure.
Giacomo Cubeddu”

Ho realizzato un video con l’aiuto di Giacomo per far vedere come si comportano le pinne nelle varie situazioni di pesca.

Prova in Mare Pinne Contesub Match2

Ci tengo a precisare che le impressioni ricavate da questi test sono strettamente personali e possono essere anche non condivisibili, il mio scopo è di condividere con tutti le mie impressioni sul prodotto.

La proprietà del materiale pubblicato nel FORUM pescasubapnea.forumfree.it, salvo diversa indicazione, è dei rispettivi autori. E’ vietata la ripubblicazione, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato nel sito pescasubapnea.com senza preventiva autorizzazione scritta.”

Claudio Basili

»


Lascia un commento