Pescasub : Arbalete Roller Neptune 85 Conte Sub

Test Roller Neptune 85 Conte Sub – Claudio Basili

pescasubapnea : Arbalete Roller Neptune Conte SubCome ho scritto nel precedente test, questo fucile mi è stato spedito a fine luglio in prova da Salvatore Conte titolare della Conte Sub di Surbo (LECCE). Si tratta di un arbalete in legno da 85 “Neptune” con meccanismo di propulsione denominato Roller.
Il fucile è arrivato a casa completamente equipaggiato e pronto pesca; a prima impatto mi ha colpito la bellezza del prodotto e la perfezione della lavorazione del legno, un’armonia unica che da questo fucile un aspetto molto professionale.
Il Neptune 85 monta elastici coestrusi “EXTREME” da 16mm. e asta da 130x7mm. con pinnette ribassate Sigal Sub, Mulinello LG Sub fornito con sagolino.

pescasubapnea : Roller Neptune 85 Conte Sub

Ora vado a descrivere nel dettaglio questo nuovo roller della casa Conte Sub.

Misure e Pesi

* Lunghezza fuori tutto (testata – appoggio sternale) del fucile cm. 120

* Lunghezza del fucile (fine asta – impugnatura) con asta cm. 104

* Larghezza minima fusto (testata) 50 mm.

* Larghezza fusto (metà) 60 mm.

* Larghezza massima (sistema di sgancio) fusto 70 mm.

* Spessore compreso guida asta integrale 35 mm.

* Peso fucile assettato (asta – elastici – mulinello) kg. 2.270

* Asta Sigal Sub 3 perni ribassati (120 x 7 mm.) gr. 360

* Distanza 1° elastico tacca massima potenza cm. 88

* n° 2 elastici da cm. 52 (ai nodi) da 16 mm.

* Ogive in dynema da 2 mm.

Descrizione tecnica

Ho realizzato un video dimostrativo per mostrare nei particolari il fucile.

Video Dimostrativo

la Testata

La testata nei fucili roller è realizzata in modo diverso rispetto ai fucili arbalete normali, in pratica monta due cuscinetti/pulegge Crystal 16 di diametro 30 mm.
Il cuore di questa puleggia è rappresentato da una coppia di cuscinetti ad alta tecnologia con anelli in polimero duro e sfere in cristallo per una scorrevolezza senza pari; a differenza dei cuscinetti realizzati con altri materiali (compresi quelli tipicamente utilizzati in ambito nautico), questi non hanno necessità di essere risciacquati accuratamente nè hanno bisogno di grasso o altri trattamenti.
La parte esterna è realizzata mediante tornitura da barra piena di robusto polimero nero.
Questa puleggia si fa apprezzare non solo per le prestazioni, ma anche per robustezza, silenziosità e resistenza alle condizioni ambientali.
Le pulegge sono fissate da un alberino inox da 6 mm. e da due spondine bloccate da 4 viti laterali il tutto in acciaio inox. Sulla parte anteriore invece troviamo una sella, dove poggia l’asta, denominata Stopper ed ha il compito di fermare l’ogiva in dyneema degli elastici.
Anche lo Stopper è fissato con viteria in acciaio inox.

pescasubapnea : Testata Roller Neptune Conte Sub pescasubapnea : Testata Roller Neptune Conte Sub

Particolare testata Roller Neptune

Nella parte frontale, sono stati inseriti nel legno due perni inox che hanno il compito di bloccare l’asta tramite la sagola mentre sotto un occhiello inox ha la funzione di scorri sagola proveniente dal mulinello.

Il Fusto

Il fusto ha una robusta struttura lamellare ed è realizzato con ben tre essenze pregiate quali Iroko, Mogano (Sapeli e Sipo) e Okumè; la disposizione di ciascuna essenza è stata studiata per conferire al fucile il corretto equilibrio in acqua ed una rigidità a tutta la struttura. Esteticamente risulta molto accattivante, grazie al gioco cromatico creato dalle diverse essenze.
Come descritto nel sito, il fusto ricorda la forma di una spada, con il profilo che si assottiglia ai lati per fendere al meglio l’elemento liquido durante il brandeggio orizzontale; la parte superiore è stata modellata per consentire alle gomme in tensione di restare ben aderenti al fusto ma senza contatti con lo stesso, ed evitare quindi qualsiasi attrito; il guida asta è tradizionale integrale a sezione trapezoidale, forma che consente all’asta di appoggiare in soli due punti, necessari e sufficienti per veicolarla in modo perfettamente rettilineo e contemporaneamente ridurre al minimo l’attrito radente in fase di sparo.
Oltre al sistema di carrucole e stopper sopra descritte, troviamo nei pressi dell’impugnatura lo stesso sgancia sagola automatico “Ninja” e meccanismo di sgancio inox dello Stradivarius.

pescasubapnea : Neptune contesub pescasubapnea : Sganciasagola e meccanismo sgancio Neptune

Particolare fusto e sistema di sgancio Roller Neptune

La parte inferiore del fusto ha richiesto una attenta valutazione del funzionamento di un sistema roller; la superficie presenta due depressioni longitudinali in cui scorrono gli elastici che, una volta in tensione, vengono inglobati nella sagoma del fucile restando molto vicini al fusto senza toccarlo in alcun punto.
E’ montato, oltre al mulinello, anche un gancio (SHARK) inox per facilitare/frazionare il caricamento e piu’ in basso un’ancoretta di pretensionamento dove vengono vincolati gli elastici a caricamento completato.

pescasubapnea : Gancio di caricamento Neptune pescasubapnea : Sistema di vincolo Neptune

Particolare accessori Roller Neptune

L’ Impugnatura

L’impugnatura è in legno con una forma classica e non sagomata. E’ fissata al fusto tramite una calettatura in modo da renderla solidale alla struttura.

Per rendere la presa piu’ stabile con i guanti, è stata applicata una sorta di sabbiatura-grip grigia. Sotto il calcio sono inseriti dei dischi inox che servono per equilibrare il fucile. L’appoggio sternale è in legno con la parte terminale in gomma per garantire stabilità durante il caricamento.

L’elsa sagomata inox, a protezione del grilletto, è fissata sul fusto sotto il mulinello ed arriva a toccare la parte anteriore dell’impugnatura.

Il tutto rende la linea del fucile molto gradevole e funzionale.

pescasubapnea : Impugnatura Roller Neptune Conte Sub pescasubapnea : Impugnatura posteriore Roller Neptune Conte Sub

Particolare Impugnatura Roller Neptune

Il Mulinello

Il mulinello in dotazione a questo modello Neptune 85 è un LG 80 (Lg Sub) con un’ottima capacità e riesce a stipare all’interno circa 40 mt. di dyneema da 1,5 mm.

Il telaio è realizzato in lega di alluminio anodizzato, la bobina è in derling, ha un diametro di 80 mm. ed un’altezza di 30 mm. con una frizione regolabile a brevi scatti.

pescasubapnea : Mulinello LG Sub 80 Neptune Roller pescasubapnea : Mulinello LG Sub 80 Neptune Roller Conte sub

Particolare Mulinello Roller Neptune

Asta e Elastici

Il Neptune 85 monta di serie una tra le migliori aste tahitiane in commercio; si tratta di una SigalSub Evolution con 3 perni ribassati da 120 cm di lunghezza con un diametro di 7 mm. (peso 360 gr.) mono aletta.
Gli elastici sono SigalSub modello Extreme da 16 mm. e al contrario di molti altri roller (elastico circolalare), utilizza due elastici singoli lunghi cm. 52 collegati da un cordino in dyneema da entrambe le parti.
Con questo sistema è piu’ facile da gestire e non si deteriora la gomma nei punti di vincolo.

Il Caricamento

Questo fucile non presenta elastici pretensionati come in altri Roller, quindi non necessita di carichini e ganci vari. La procedura è semplice, si posiziona l’elastico sotto sul gancio e poi si afferrano gli elastici come un classico arbalete mettendo l’ogiva sulla prima tacca. Successivamente si ruota il fucile e si posizionano gli elastici posteriori sull’ancoretta. Il fucile a questo punto è carico, possiamo poi aumentare la potenza spostando l’elastico frontale sulle tacche piu’ lontane.

pescasubapnea : Neptune con Elastico sul gancio pescasubapnea : Neptune con Elastico Carico

Particolare posizionamento elastico

. Arbalete Roller Contesub
Prova in mare

Ho provato anche questo fucile nelle limpide acque della Sardegna, dove normalmente pesco con fucili molto lunghi; non scendo mai sotto i 110 centimetri per questioni di abitudine.
Appena portato in acqua, devo essere sincero, mi sono sentito nudo sembrava di non avere nulla in mano, 85 centimetri non sono molti con 20 metri di visibilità.
Dopo qualche minuto di ambientamento ho provato a lasciare il fucile ed anche questo, come lo Stradivarius, ha un’equilibratura neutra straordinaria tanto da rimanere fermo nella sua posizione. Provo a fare degli spostamenti laterali e noto che, nonostante la sua forma generosa, si brandeggia bene e con un po’ di abitudine diventa perfetto.
Provo a caricarlo come ho spiegato precedentemente e devo dire che è di una facilità imbarazzante, non servono tecniche particolare come per i cannoni oceanici, dopo pochi secondi riesco ad armarlo ed essere pronto per la battuta di pesca.
Per prendere la mano inizio subito a fare qualche prova di tiro nel sotto costa per vedere se cambia qualcosa sull’impostazione di mira. I primi tiro è su un branco di grosse salpe e dopo un lungo e silenzioso agguato riesco a sparare e a colpirne due facendo una bella coppiola. Il tiro è teso e molto veloce, ricordavo i roller lenti e macchinosi, molto probabilmente gli elastici da 16 mm. danno una risposta diversa, l’asta non si vede partire ed il rinculo è praticamente assente. Per quanto riguarda la mira non ho trovato differenze quindi basta prove e mi sono spostato piu’ a largo in cerca di pesci piu’ consistenti.
Purtroppo non riesco a trovare pesce molto grande, pero’ nei tuffi successivi riesco ad insagolare una bella orata ed un sarago avendo sempre la stessa sensazione; potenza, velocita’ e, cosa molto importante, precisione!!!
Ho realizzato un breve video dove è possibile apprezzare le qualità del Neptune 85 in pesca su alcune prede.

Conclusioni finali

Ho provato i fucili roller molto tempo fa e non mi avevano convinto molto, (l’arbalete è nato per avere un tiro veloce e preciso) e nonostante un doppio 14 li ho visti lenti nell’uscita dell’asta e con un tiro diverso, piu’ basso rispetto al normale.
Dopo che ho provato il Neptune, devo essere sincero, ho cambiato idea perchè ho riscontrato prestazioni veramente eccellenti, l’asta da 7 mm. è molto veloce e non si vede, anche se non ho potuto sparare a pesci di “mole” la potenza a disposizione è veramente tanta!! Molto probabilmente gli elastici da 16 hanno veramente qualcosa in piu’ rispetto ai 14 quindi mi sento di dire che preferisco di gran lunga elastici piu’ grandi a parità di lunghezza, soprattutto con questo sistema di caricamento  che ti permette di non fare uno sforzo eccessivo. Sarei molto curioso di provare un doppio roller da 16 con asta piu’ pesante, ma se il buongiorno si vede dal mattino, sarà sicuramente un cannone.

Ci tengo a precisare che le impressioni ricavate da questi test sono strettamente personali e possono essere anche non condivisibili, il mio scopo è quello di condividere con tutti le mie impressioni sul prodotto.

pesca sub 600x100

La proprietà del materiale pubblicato nel FORUM pescasubapnea.forumfree.it, salvo diversa indicazione, è dei rispettivi autori. E’ vietata la ripubblicazione, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato nel sito pescasubapnea.com senza preventiva autorizzazione scritta.”

Claudio Basili

9 Comments »

  • Alessandro ha detto:

    Non so se sia il neptune 85 o un modello più grande però ho visto che viene messo un elastico nella estremità delle pulegge… Me lo confermi ? In ogni caso articolo molto bello!! 🙂

  • admin ha detto:

    Si è un Neptune 85 con un solo elastico
    Ciao e grazie
    Claudio

  • Alessandro ha detto:

    Ciao Claudio
    ho acquistato il fucile. Buon prodotto.
    In mare leggermente positivo ma basta tararlo.
    il neo pero’ sono i “ganci” nella parte inferiore del fucile per agganciare l’elastico.
    Il perno intermedio lo trovo tagliente e infatti mi ha segato già due volte l’ogiva, ho dovuto ricoprirlo con nastro adesivo.
    Sono piccole cose che vanno pero’ migliorate.
    La cosa peggiore invece è la comunicazione con il produttore. Totalmente assente.
    ho scritto diverse mail, dopo la prima risposta il nulla.
    Quindi il fucile di per se va anche bene, ma Contesub rischia di perdere i clienti per la pessima gestione aftersale.
    ciao

  • admin ha detto:

    Alessandro molto probabilmente ti è capitato un pezzo non smussato bene, con sbavature sull’inox. Questi pezzi sono tagliati a laser e poi vanno rifiniti, puoi passarci un po’ di carta abrasiva e renderlo liscio.
    Su quello che ho provato io era perfetto, ma puo’ capitare.
    Per quanto riguarda le risposte per e-mail hai ragione, in questo periodo è sommerso da lavoro ed ha messo come priorità le consegne dei fucili. Vedrai che appena si libera risponderà sicuramente.
    Ciao
    Claudio

  • Alessandro ha detto:

    Si certo Claudio sono daccordo con te la mia è una crtica costruttiva, il suoi prodotti sono buoni ma è necessario che si organizzi per gestire meglio i clienti, cosi’ facendo puo’ fare un bel salto di qualità, altrimenti rischia di perderli per questioni non legate alla qualità del prodotto.

    ciao

  • Alessandro ha detto:

    neanche a farlo apposta mi ha chiamato ora Salvo. Super gentile e disponibiel, diciamo che da un lato si paga dazio per la piccola realtà che è la Contesub, ma ci si guadagna moltissimo in termini di rapporto umano e attenzione al cliente.
    in definitiva, in questo caso è un bene aspettare.
    grazie ancora Salvo

  • admin ha detto:

    Ciao Alessandro ho avvisato io Salvo di questa cosa, è un grande amico, quindi mi fa piacere che si sia risolta la cosa.

    Claudio

  • Niccolò ha detto:

    Buonasera Claudio,

    mi hanno detto che i fucili di Contesub ed in particolare il Neptune (roller) ha evidenti problemi di precisione (nel particolare tiro basso). Se non sbaglio risolvibili con alcune modifiche alla testata.
    Io sono molto interessato all’acquisto del modello ma vorrei da te (che l’hai provato) una risposta sincera prima di imbarcarmi in una spesa non indifferente.

    Rispetto ad un normale arbalete il roller ha devvero molta potenza in più e un così facile caricamento?

    grazie e buon lavoro,

    Niccolò

  • admin ha detto:

    Ho provato questo fucile per un’estate in Sardegna e devo dire che non ho riscontrato problemi di mira o tiro basso, ho sempre preso i pesci senza alcun problema. Sicuramente se sei abituato con altri fucili magari devi prenderci la mano, ma il fucile va bene.
    Il roller chiaramente rispetto ad un arbalete normale spara di piu’ ha piu’ elastico e quindi maggiore energia. Unica cosa che ho riscontrato, se non settato bene è un pochino piu’ lento. Per caricarlo, almeno questo, è molto facile!
    Ciao
    Claudio


Lascia un commento