Pesca in apnea : Pinne carbonio Flame Skorpio

Test pinne in carbonio 100% Flame della Skorpio
pescasubapnea : Flame Skorpio CarbonioHo visto per la prima volta queste pinne sulla rivista storica Pesca Sub & Apnea in una semplice pagina pubblicitaria dove spiccava in primo piano il prezzo (199 euro) con un asterisco a fianco. Non potevo credere a questa iniziativa della neonata azienda Skorpio, che poi non è altro che una branca della piu’ famosa azienda C4 di Marco Bonfanti,  il primo a realizzare pinne in carbonio, dove giova dell’esperienza di tanti anni nella lavorazione dei compositi di carbonio. Incuriosito da questa promozione, vado dal mio negoziante di fiducia e trovo in esposizione queste pinne.
Parlando con lui, oltre ad accennarmi di questa promozione, mi spiega in grandi linee come sono realizzate le pale e poi mi mostra la nuova scarpetta della Salvimar ed i suoi pregi progettuali.
Dopo l’interessante colloquio gli chiedo se è possibile provarle per un periodo, visto che sono appassionato nel fare prove di nuovi materiali.
Detto fatto, mi dice di prenderle nel periodo di chiusura che poi coincideva con le mie ferie.

pescasubapnea : Flame Skorpio

Prendo le pinne il giorno prima di partire per la Sardegna e guardandole noto subito la semplicità nella loro forma e l’adesivo, con stilizzata la scritta accattivante “Flame”, riportato nella parte anteriore della pala.
Provo ha descrivere queste pinne cercando di far capire il tipo di lavorazione mista di due tipi di carbonio diverso T300 e T700.
Le Flame sono realizzate in Carbonio 100% mediante una lavorazione a strati differenziata che associa un misto di tessuti (il piu’ robusto MEGAFORCE T700) ed il T300 che conferisce un’ottima curvatura parabolica della pala.
Questo mix di materiali, interno T700 e la parte esterna T300, assicura una qualità ed una resistenza maggiori e nello stesso tempo una spinta notevole a beneficio del consumo energetico. E’ una pala nata non solo per il pescatore “esigente” ed esperto, ma anche per il pescatore meno attento alla tecnologia.

pescasubapnea : Flame Skorpio pescasuapnea : Flame Skorpio

Per quanto riguarda la scarpetta parliamo della ormai collaudata Delta One della Salvimar, un prodotto eccellente che si accoppia perfettamente a queste pale.
La Delta One è stata realizzata con un nuovo sistema che assembla la termogomma con il tessuto (Kevlar) disposto a strati. Questa innovazione ha fatto si che la scarpetta risulti più morbida e nello stesso tempo molto resistente. I longheroni sono piu’ sottili e morbidi migliorando così il rendimento della pala. L’inclinazione della scarpetta è di 22° e sotto la pianta c’e’ un innesto ad incastro per fissare meglio la pala e per farla arrivare sotto al tallone. la parte posteriore della scarpetta è stata alzata e poi è stato creata una ( V ) per renderla piu’ confortevole.

Per gli amanti dei numeri e delle caratteristiche:

Materiale pale: 100% carbonio T700 + T300
Dimensioni pala: 800 x 195 mm
Angolo pala: 25°
Durezza pale: 25 soft – 30 medium – 40 hard
Water-rails: costanti h 12 mm
Peso pinna completa: 1 kg. circa
Misure scarpette: 38/40 – 41/42 – 43/44 – 45/46 – 47/49

pescasubapnea : Flame scarpetta Salvimar Delta One Flame scarpetta Delta One Salvimar

Particolare della scarpetta Salvimar Delta One

Prova in Mare

Ho testato le pinne Flame in Sardegna utilizzandole per quindici giorni cercando di capire ed apprezzare le qualità in varie situazioni di pesca.
Come misura di scarpa personalmente porto 42 e con i calzari da 4 mm. ho utilizzato le scarpette 43/44 ed ho riscontrato una calzata veloce e comoda nell stesso tempo.
Al piede la scarpetta rimane bel salda, la gomma è elastica al punto giusto e non stringe eccessivamente. La prima cosa che ho notato è la leggerezza complessiva della pinna, in acqua sono leggermente negative e la sensazione è quella di non averle ai piedi. La durezza da me testata era la 25 soft.
Le prime pinneggiate in superficie mi hanno dato una sensazione di benessere e nello stesso tempo di potenza. Un matrimonio perfetto!
I longheroni morbidi e la pala con canalizzatori non eccessivamente alti, fa si che gli spostamenti siano fluidi ed energici.

pescasubapnea : Flame skorpio entrata

In superficie in presenza di corrente ho notato che la spinta è ottima, guardando la pala si vede benissimo che disegna una parabola perfetta, il che vuol dire che lavora completamente diminuendo così al massimo i punti morti.
Sia in superficie che sul fondo le pinne sono silenziose e precise, non ho notato derapamenti laterali. Anche in profondità, ho pescato al massimo 20 mt., rispondono veramente bene. Lo stacco dal fondo è veloce e senza impuntamenti e basta poca energia, per risalire. Mi hanno concesso, senza sforzi eccessivi, anche tuffi con piombatura eccessiva per la profondità del momento.
Ho notato inoltre che anche dopo tante ore di pesca, le gambe non erano affaticate e questo mi accadeva con le pinne in tecnopolimero qualche tempo fa.
In conclusione devo dire che queste pinne sono ben progettate nonostante la semplicità del disegno ed a mio avviso, al momento, per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo, sono tra le migliori sul mercato.

pescasubapnea : Flame skorpio entrata terra

Pro e Contro:

Pro:
1 – Ottimi materiali utilizzati
2 – Scarpette molto comode
3 – Leggere e facili da usare
4 – Carbonio con nuovo disegno e stratificazione
5 – Rapporto qualita’/prezzo tra i migliori per una pinna completa in carbonio

Contro:
1 – Assemblaggio sotto ai lati della pianta non perfetto, c’e’ un po’ di spazio ma non crea problemi

Ci tengo a precisare che queste informazioni sono strettamente personali e possono essere anche non condivisibili, il mio scopo è quello di condividere con tutti le mie impressioni sul prodotto.

La proprietà del materiale pubblicato nel FORUM pescasubapnea.forumfree.it, salvo diversa indicazione, è dei rispettivi autori. E’ vietata la ripubblicazione, anche parziale, di tutto il materiale pubblicato nel sito pescasubapnea.com senza preventiva autorizzazione scritta.”

Claudio Basili

12 Comments »

  • Mario ha detto:

    Quale durezza di pala hai provato?

  • admin ha detto:

    Hai ragione non l’ho scritto, le 25

    Ciao

  • Ale ha detto:

    Grazie Claudio,
    Se dovessi paragonarle alle pale GFT?
    Ale

  • admin ha detto:

    In genere non faccio confronti con altre marche e mi limito solo a descrivere i prodotti, posso solo dirti che queste pinne erano piu’ morbide (dipende pero’ dalla durezza e dal fisico) rispetto alle GFT che ho provato.
    Quindi le preferivo perchè non le sentivo “come fatica” e andavo alla grande.
    Magari il modello piu’ morbido delle GFT si comporta allo stesso modo.
    Ciao
    Claudio

  • Gianluca ha detto:

    Mi si spaccata di netto una falcon,cosa mi consigli Claudio,Mustang o queste ultime di cui parli,i prezzi sono nettamente diversi
    Ciao

  • admin ha detto:

    Le Falcon avevano una lavorazione diversa ed un diverso tessuto di carbonio.
    Ora le cose sono nettamente cambiate, con questo nuovo tipo di lavorazione e con il nuovo T700 le rotture si sono ridotte praticamente a Zero (dati forniti dall’azienda): Parliamo di numeri importanti di vendita, quindi i dati sulla sicurezza/rottura sono sicuri al 99,9 %.
    Le Mustang sono pinne più tecniche e con un diverso concetto, scarpetta dove il piede è avanzato sulla pala.
    Quindi massimo rendimento con minore sforzo e massimo guadagno.
    Con queste hai sempre ottimi risultati sia di prestazioni che di sicurezza, ma non arrivi ai livelli delle Mustang.
    Ciao
    Claudio

  • maurizio ha detto:

    Scusa Claudio, nelle misure della scarpetta dai come disponibili le misure 41/42 – 43/44 mentre nel testo della prova in mare dici di aver usato la misura 42-43 avendo tu come misura di piede il 42 ed usando calzare da 4 mm. Non per fare il pignolo ma, siccome ho la stessa misure di piede ed uso calzare da 3 mm, mi interessa per scegliere bene la misura della scarpettta. Inoltre gradirei sapere se la scarpetta della Salvimar ha una vestibilita a pianta stretta tipo quella della Cressi o diversa. Ti ringrazio anticipatamente per la risposta
    Ciao

  • admin ha detto:

    Ciao Maurizio hai ragione, ho controllato le scarpette e sono misura 43/44 come dice la Salvimar.
    Io porto 42 di piede e con il calzare da 4 mm. nessun problema
    Ciao
    Claudio

  • Rasit ha detto:

    Hello Claudio
    Do you still using this fins? Or did you used them just for testing?
    I’m asking that because i am thinking about buying pair of them..
    Are u satisfied with them? What about pockets and fins durability?

    Thanks.

  • admin ha detto:

    I’m sorry but I have not read your message.
    We use the fins and I am very well.
    If you have any other information you can write directly to the company Skorpio to this e-mail skorpio@skorpiosub.com

  • MACETE ha detto:

    cortesemente vorrei sapere quale durezza, 25- 30- o 40 per una altezza 1.80 peso 87kg x pinne skorpio flame GRAZIE

  • admin ha detto:

    Ho parlato con il produttore ponendo la tua domanda così com’e’ stata formulata e mi ha risposto di prendere le Flame 40


Lascia un commento